CSPCI

CENTRO STUDI DI POSTUROLOGIA CLINICA INTEGRATA

 

CHI SIAMO

Il Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata® (CSPCI®) del Dott. Enrico Biffi si avvale di professionisti esterni allo studio per il trattamento osteopatico, gnatologico e logopedico quando questi risultassero necessari. I collaboratori esterni sono professionisti, esperti in posturologia, che hanno frequentato il corsi del CSPCI® e agiscono coordinati dal dott. Enrico Biffi. Dopo la visita posturale, quando necessario, il ricorso a professionisti esperti nei diversi campi consente di  effettuare un lavoro in equipe con la possibilità di un intervento multidisciplinare coordinato e personalizzato sulla base delle problematiche presentate dal singolo paziente. 

Il Centro Studi di Posturologia Clinica Integrata® del dott. Enrico Biffi, inoltre, si occupa anche della formazione in ambito posturale, del personale sanitario medico e non, coinvolto nella rieducazione posturale del paziente affetto da deficit del sistema tonico posturale.


COSA FACCIAMO

Il CSPCI® del Dott.. Enrico biffi con la collaborazione dei collaboratori esterni svolge attività clinica finalizzata alla diagnosi ed al trattamento interdisciplinare delle disfunzioni posturali attraverso una riprogrammazione strategica del sistema tonico posturale che consente il trattamento di: atteggiamenti cifo-scoliotici, torcicolli, valgismo e varismo delle ginocchia, squilibri dell'appoggio causati da piedi piatti o cavi, disfunzioni del distretto cranio-cervico-mandibolare etc..Il trattamento di riprogrammazione posturale risulta, inoltre utile nelle sindromi dolorose collegate quali: cefalee, vertigini e/o sensazioni d'instabilità, sindrome della spalla dolorosa, nevralgie conseguenti a radicolopatie secondarie ad ernie discali, cervicalgie, dorsalgie, lombalgie e lombosciatalgie


QUANDO FARE UNA VISITA POSTURALE

  • Se soffri di dolori articolari: lomabalgia, lombosciatalgia, cervicalgia, cefalea o/e emicrania, gonalgia, tallonite, fascite plantare, etc.
  • Se soffri di vertigini o lamenti sensazioni d'instabilità.
  • Se soffri di scoliosi.
  • Se devi sottoporrti o devi far sottoporre tuo figlio ad un trattamento ortodontico, soprattutto di tipo fisso, prescritto senza una preventiva valutazione posturale globale che valuti la presenza di squilibri di tutti i recettori: occhio, piede, cute, orecchio, etc
  • Se hai avuto la comparsa di dolori dopo aver effettuato un trattamento odontoiatrico.
  • Se ti hanno prescritto dei plantari senza una corretta visita posturale che stabilisca se il piede è primario o compensa altri squilibri.
  • Se tuo figlio ha deficit di attenzione o è iperattivo.
  • Se sei un atleta e uno sportivo che vuole migliorare le proprie performance o comincia ad avere una riduzione delle stesse o a lamentare dolori articolari quali pubalgie, gonalgie o altro.

La postura rappresenta l’atteggiamento che il nostro corpo assume nello spazio in rapporto all’ambiente esterno. Essa è il risultato di una serie di informazioni che provengono da recettori che ricevono informazioni dall'esterno e dall'interno dell'organismo e che il nostro cervello elabora regolando il tono dei muscoli tonici posturali

Uno squilibro della funzionalità dei recettori che entrano nella regolazione della postura porterà ad alterazioni posturali. Purtroppo anche gli interventi terapeutici effettuati su questi recettori possono essere causa di squilibri posturali se effettuati senza una valutazione posturale globale che metta in evidenza quali di questi sono primariamente interessati e quali quelli che, conseguentemente, si scompensano in senso adattativo o compensativo.

È necessario fare molta attenzione nell'effettuare trattamenti che incidano sulla postura in quanto se si agisce su un meccanismo di compenso senza trattare prima o contemporaneamente le cause è molto probabile avere aggravamenti dello squilibrio per l'instaurarsi di nuovi adattamenti

Una corretta visita posturale permette di effettuare trattamenti corretti e personalizzati. Ad esempio la prescrizione di un plantare per correggere uno squilibrio del piede, senza verificare se questo sia adattativo o meno, può portare ad eliminare un compenso costringendo il corpo a trovare nuovi aggiustamenti che possono coinvolgere strutture più delicate quali la stessa colonna vertebrale. Un altro esempio può essere rappresentato dai trattamenti ortodontici effettuati senza considerare gli eventuali squilibri che possono utilizzare la bocca per trovare il proprio compenso.

PERCHÈ RIVOLGERSI AL DOTT. ENRICO BIFFI

Lo squilibrio posturale è il risultato di un meccanismo adattivo complesso che spesso richiede un approccio multidisciplinare che deve essere coordinato dal posturologo. Il lavoro di équipe, pertanto, è un elemento essenziale per il corretto trattamento del paziente affetto da squilibrio posturale

Il Dott Biffi s'interessa di Posturologia e di Medicina Integrata da oltre 25 anni, ha così acquisito una notevole esperienza documentata dal suo curriculum.

L'inquadramento clinico del paziente affetto da disfunzione posturale deve sempre essere mirato ad individuare le cause di tale squilibrio così da indirizzare il trattamento sulle stesse evitando d'intervenire sui compensi. La mancanza di un adeguata preparazione multidisciplinare spesso è causa di diagnosi non corrette in quanto frutto di una valutazione parziale.

 

 

Richiedi un appuntamento con il dott. Biffi per la VISITA POSTURALE