La Visita Nutrizionale

 

TERAPIA NUTRIZIONALE INTEGRATA


La valutazione nutrizionale è un momento fondamentale per la programmazione della corretta terapia. 

I capisaldi di una corretta valutazione sono:

  • Anamnesi
  • Valutazione del food intake
  • Ricerca eventuale disbiosi
  • Esame obiettivo e valutazione antropometrica
  • Bioimpendenziometria
  • Individuazione delle intolleranze alimentari e delle alterazioni della digestione


Anamnesi

L'anamnesi corrisponde alla raccolta della storia clinica del paziente e dei dati riguardanti le sue abitudini alimentari, le sue preferenze e il suo stile di vita. Permette di effettuare un inquadramento degli aspetti psicologici ed emozionali. È un momento fondamentale della visita per permettere personalizzazione della dieta e del percorso terapeutico

Valutazione del Food Intake

Vie effettuata mediante software e ha il fine di completare la fase anamnestica per valutare in maniera il più accurata possibile quali siano le calorie mediamente introdotte con la dieta abituale dal paziente e quali le eventuali carenze nutrizionali così da poterle correggere durante la fase di programmazione della dieta

Ricerca eventuale disbiosi

La ricerca dell'eventuale disbiosi viene effettuata mediante raccolta dei dati con l'anamnesi e successiva elaborazione compouterizzata degli stessi, inoltre viene completata con la ricerca kinesiologica delle aree intestinali interessate e dell'eventuale componente micotica sovrapposta. 

Esame obiettivo e valutazione antropometrica

Il classico esame obiettivo viene completato dalla valutazione antropometrica con la misurazione delle pliche cutanee e delle circonferenze. Questo consente una valutazione dello stato della massa magre e di quella grassa in sede distrettuale così da permettere una valutazione nutrizionale più precisa e completata dall'esame bioimpendenziometrico. 

Bioimpendenziometria

La Bioimpendenziometria, assieme alla valutazione antropometrica è un esame imprescidibile nei pazienti che sono sottoposti a trattamenti dietetici. Essa valuta la composizione corporea permettendo di valutare il contenuto della massa magra, grassa e dell'acqua con margini di approssimazione molto ristretti e quindi abbastanza precisi. Risulta importante per valutare la perdita di massa grassa, quindi il corretto processo di dimagrimento che deve procedere solo a discapito di questa risparmiando la massa magra, il cui calo non deve mai scendere al di sotto del 10% del peso perso. 

Individuazione delle intolleranze alimentari e delle alterazioni della digestione

Il mancato trattamento delle intolleranze alimentari durante una dieta può, con molta probabilità, compromettere il corretto trattamento nutrizionale impedendo o limitando significativamente la perdita di peso. Ciò perché l'intolleranza alimentare, causando stress, induce un riassetto del sistema endocrino e, quindi, metabolico in grado d'impedire il corretto funzionamento della terapia nutrizionale. Altrettanto importante è stabilire la presenza di uno stato di deficit della digestione degli alimenti con rischio di malnutrizione e conseguenti fenomeni disbiotici


 

Richiedi un appuntamento con il dott. Biffi per UNA VALUTAZIONE NUTRIZIONALE E DIETA